• 1 – Possono essere operati tutti i difetti visivi?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    Oggi il 90% dei difetti visivi è operabile, soprattutto in un centro come il nostro a Modena che è l’unico in Italia che possiede 3 laser di ultima generazione (Visx S4 , Nidek e Femtolaser intralase ) capaci di correggere anche difetti complessi tramite una Tenica ideata assieme ai colleghi del Poliambulatorio Chirurgico Modenese -PCM- nel 2001 La TLCT ( Two or Three Laser Combined Technique).

  • 2 – Perchè operarsi?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    Lo scopo della Chirurgia refrattiva è quello di migliorare la qualità della vita del paziente liberandolo dall’obbligo di usare occhiali o lenti a contatto.

  • 3 – Come agisce il laser?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    Semplificando, il laser ad Eccimeri agisce rimodellando la superficie della cornea ( che funziona nel nostro occhio come l’obiettivo di una macchina fotografica) in modo estremamente accurato e coinvolgendo un sottile spessore del tessuto. Il risultato è quindi una modifica del profilo corneale, che cambia cosi la capacità di messa a fuoco dell’occhio operato, in modo da compensare il difetto visivo e riuscire a vedere senza l’uso di occhiali o lenti a contatto.

  • 4 – il Trattamento è doloroso?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    No, il trattamento è indolore, a tratti fastidioso , e viene eseguito in anestesia topica cioè con solo gocce instillate nell’occhio da operare.
    Il decorso post-operatorio può presentare sensazione dolorosa e dipende da persona a persona e dal tipo di tecnica eseguita. Generalmente non dura più di 48 ore e va dalla sensazione di corpo estraneo associata a fotofobia e lacrimazione, al bruciore-dolore di intensità variabile. Comunque viene data una terapia e dei consigli per alleviare questa sintomatologia.

  • 5 – Quanto dura l’intervento?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    Dura pochi minuti e si esegue in anestesia topica, si svolge in regime ambulatoriale con dimissione immediata (si torna a casa subito dopo l’intervento).

  • 6 – Cosa si fa dopo l’intervento?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    Si consiglia un periodo di riposo a casa, che va dai 2 al massimo di 10 giorni, il tutto dipende dalla tecnica usata e dall’entità del difetto visivo preesistente. Importanti sono la terapia con gocce e i controlli dopo l’intervento, programmati dal medico in base ai tempi di recupero.

  • 7 – In quanto tempo si recupera la vista?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    Il recupero visivo anch’esso dipende dal tipo di difetto operato e dalla tecnica usata, alcuni pazienti raggiungono l’apice in 3-10 giorni, altri rari casi progressivamente in 1 mese o più.

  • 8 – Posso perdere la vista o avere seri problemi dopo l’intervento?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    Le complicanze derivanti dagli interventi di chirurgia refrattiva corneale con laser sono quasi nulle e mai pericolose, “essendo un intervento che si esegue sulla superficie corneale” nella maggiore parte dei casi sono comunque transitorie , risolvendosi spontaneamente o con un trattamento successivo che viene eseguito gratuitamente.

  • 9 – È importante il tipo di laser usato?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    La qualità del laser è fondamentale per garantire un buon risultato.
    E’ sempre opportuno informarsi su che tipo di laser viene utilizzato dal chirurgo e sul grado di manutenzione dello stesso.
    (continua…)

  • 10 – Chi usa le lenti a contatto?
    postato da:
    admin
    categoria:

    SHARE

    I portatori di lenti a contatto dovranno presentarsi alla visita dopo una sospensione di queste per un periodo che va dalle dalle 48 ore per le lenti morbide ai 15 giorni per le semirigide gas-permeabili.